Cofferati in ValBormida …….. nulla di nuovo.


Nella serata del 15 dicembre abbiamo partecipato a Cairo Montenotte all’incontro di presentazione dell’aspirante governatore della regione Liguria, Sergio Cofferati.
La serata, è stata organizzata da SEL, precaria ma sempre servile stampella politica del Partito Democratico, con la benedizione del sindaco Fulvio Briano (anche lui ovviamente candidato come consigliere regionale) e avrebbe dovuto avere come tema Ambiente e Territorio.

Come purtroppo immaginavamo il confronto non c’è stato.
E’ stato un fiume di enunciazione di buoni propositi, nebulosi perché il programma lo devono ancora scrivere, ma dove si confessano, sottovoce e solo in parte gli errori del passato e si richiede l’ennesimo, ennesimo, ennesimo atto di fiducia in questo vecchio/nuovo che avanza e che sarà “sicuramente” di rottura con il passato.

Questo pezzo di PD ha sparacchiato, un poco, sull’altro pezzo di PD burlandiano e la sua derivazione, Paita, perché ovviamente ci sono le primarie e differenziarsi, a parole, è d’obbligo.

Passate le primarie questo partito, con i suoi sconfitti e vincitori, con gli inevitabili mal di pancia da poltrone mancate di qualcuno, nella sua facciata verso il mondo esterno, ma solo di facciata, si ricompatterà come al solito.

Dalle sconcertanti dichiarazioni di Cofferati e degli altri oratori presenti abbiamo avuto la conferma che in tutti questi anni avevamo ragione: Cofferati sostanzialmente ha ammesso che la Liguria è stata devastata, massacrata, resa la “Regione più povera del nord” da chi ci governa ora e da decenni ovvero dal PD!

“Risorse spese per costruire consenso, mala gestione del territorio, consociativismo, burocrazia regionale pesante come quella nazionale, ambiente trascurato, caduta dei rapporti tra istituzioni e cittadini, assenza del principio di precauzione ecc..” sono alcuni dei “meriti” del governo regionale emersi dai vari discorsi.

Questo, sempre secondo Cofferati (PD?!), sarebbe avvenuto anche grazie all’assenza di un’opposizione, (Lega e destre varie) e per la presenza di coalizioni d’accordo nel fare tutto quello che vediamo realizzato.

Oltre all’apprendere queste ovvie verità abbiamo assistito alla Fiera del banale, della contraddizione e dell’insignificante, il tutto condito da tanta ipocrisia.

Interminabili e logoranti monologhi senza contraddittorio, supercazzole che fendevano l’aria come una lama.

Gli astanti, proiettati in una dimensione irreale ai confini del paranormale, ascoltavano in silenzio quasi religioso il verbo a loro concesso come pura verità indiscutibile.

La serata pareva impostata per tramortire e impedire qualsiasi intervento o domanda al candidato, venerato come una reliquia.

Di ValBormida e i suoi problemi, ambiente, sanità e lavoro hanno detto poco o nulla.

Per tale motivo, a fine serata, qualcuno ha avvicinato Cofferati per protestare.

Il candidato, nelle sue condivisibili affermazioni, si è dimenticato di “precisare” che il “demonio” Burlando, dipinto come il distruttore della Liguria, ha avuto il completo appoggio di tutti membri del suo partito, addirittura di sindaci e segretari che ora sono divenuti “Cofferatiani”.
Ci risulta che in cinque anni nessuno di questi signori abbia mai detto a Burlando & C. “state sbagliando!” o si sia opposto con fermezza alle sue nefandezze.

Quando hanno fatto quella declamata e contestatissima leggina che ha permesso di costruire fino a tre metri dai fiumi, nessuno di loro ha lanciato allarmi o l’ha contrastata.

Tutti amici, pacche sulle spalle e ligi nel collaborare al completamento dei favolosi “programmi” sull’ospedale di Cairo, sulla tutela della salute e dell`ambiente in Valle, sulla gestione dei rifiuti, sul lavoro e sulla spartizione del potere.

Ora che i danni ci sono e sono enormi arriva il “nuovo” salvatore della patria, che di ligure pare abbia solo la residenza, e con lui, tutti quelli di prima per continuare nella “tradizione”.

PS. …Alla serata ci siamo attrezzati con metaforici paletti di frassino perché sentire il PD e SEL che dicono di voler parlare di ambiente è come sentire Dracula che vuol iscriversi all’Avis.
… ma la E di SEL è una congiunzione?

Annunci

Pubblicato il 16 dicembre 2014 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: