Alluvione a Genova: Scatta lo scudo protettivo per l’immagine della Paita


L’ARPAL e Protezione Civile della Regione Liguria impegnati nei loro calcoli matematici per capire se ci fosse o meno da proclamare lo stato di “ALLERTA” per il temporale e quindi le possibili esondazioni ed alluvioni, non si sono accorti che l’acqua saliva nei rivi e nei torrenti e si prendeva pezzi di strade e scalinate

Così mentre Genova ed entroterra finivano sotto acqua, fango e detriti, l’ARPAL e la Protezione Civile della Regione Liguria non dava l’allarme. Per loro, per i loro “calcoli matematici” era tutto a posto, quell’acqua, fango e detriti che invadevano la città era una “caricatura”, non la realtà… e così è stato sino alle 11:00 del 10 ottobre, dopo un giorno di pioggia intensa e dopo una serata e nottata di alluvione!

La Regione Liguria convoca una conferenza stampa per affrontare l’accaduto. C’è lui, il Presidente Claudio Burlando (anche Commissario Straordinario per l’emergenza del Fereggiano che anziché usare i soldi assegnati per la messa in sicurezza li usava per fare dei parcheggi che, come diceva lui ad un “compagno”: “sono queste le cose da fare, perché sono queste che la gente vede”).

Accanto lui ci doveva essere l’Assessore regionale alla Protezione Civile, quella del settore che faceva i “calcoli matematici” e non guardava fuori dalla finestra e non sentiva l’acqua salire. Ma questo assessore, Raffaella Paita, non c’era. C’era invece l’Assessore alla Sanità, Claudio Montaldo (l’ultimo vicepresidente della Giunta Burlando dopo la Fusco e Scialfa finiti nell’inchiesta sulle “spese pazze” ed anche finiti per qualche tempo agli arresti domiciliari).

Perché non c’era la Raffella Paita?

Semplice: la sua immagine non può essere associata al disastro e ad una evidente responsabilità politica per l’incapacità del suo ufficio. Il volto della Paita non deve essere visto dai cittadini in associazione all’ennesimo dramma di una città metta in ginocchio.

Per lei si devono alzare le protezioni (quelle che per la città non si sono alzate)… lei è la candidata prescelta da Burlando come futura Presidente della Regione Liguria. Ha una campagna elettorale da vincere, prima nelle Primarie e poi al voto ufficiale la signora, mica la si può far partire col piede sbagliato.

http://www.ninin.liguria.it/2014/10/11/leggi-notizia/argomenti/mezza-politica-1/articolo/alluvione-a-genova-scatta-lo-scudo-protettivo-per-limmagine-della-paita.html

Annunci

Pubblicato il 13 ottobre 2014 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: