Che fine farà l’ARPAL di Savona?


Come tutte le “riorganizzazioni” dei servizi pubblici che avvengono nel nostro paese, anche quello dell’ARPAL potrebbe non portare significativi miglioramenti ma ad un deprecabile ed inesorabile peggioramento delle prestazioni fornite alla cittadinanza.

Nel piano di riorganizzazione presentato in Regione infatti è compreso l’accorpamento, entro il 2015, dei dipartimenti di Imperia e Savona, nonché la chiusura del laboratorio chimico nella sede di Savona dove rimarrà solo quello di biologia.

Sarebbe importante che i responsabili di questa decisione fornissero adeguate motivazioni per queste scelte e previsioni realistiche sulla qualità delle prestazioni fornite dall’Agenzia sull’intero territorio savonese dopo la “riorganizzazione”.

Com’è risaputo la val Bormida è un’area a “rischio” dal punto di vista ambientale per la presenza di svariate attività industriali che necessitano un costante controllo.

Riteniamo che per interventi urgenti dei tecnici ARPAL nel nostro comprensorio ci possano essere serie difficoltà a sopraggiungere dalla sede di Imperia, in tempi ragionevolmente contenuti.

Oltretutto le frequenti emissioni di sostanze nell’aria che arrecano disturbo e problemi sanitari ai cittadini, come recentemente accaduto a Ferrania, richiederebbero l’immediato intervento almeno per riuscire ad identificare la fonte di tali emissioni.

Purtroppo con questa nuova organizzazione, mancando un presidio a breve distanza, tali sopralluoghi risulterebbero impraticabili.

Pertanto, proprio per queste ragioni, riteniamo il trasferimento dell’agenzia dalla sede di Savona a quella di Imperia assurda ed inattuabile e proponiamo invece che la stessa sede di Savona, se proprio a qualcuno dà fastidio, sia dislocata a Cairo Montenotte o Ferrania dove i prezzi degli immobili sono sicuramente più bassi che in riviera, in modo da garantire sia un rapido intervento in loco riguardo alle molteplici segnalazioni dei cittadini, che un notevole risparmio sui costi della nuova sede.

PS. Quanti dei 54 dipendenti di Savona dovranno trasferirsi a Imperia?
Il Meetup.

PPS. del 11.07.14

Apprendiamo che in data 13.05.14 in Provincia di savona è stato presentato un ordine del giorno (0033968) avente ad oggetto “Ridimensionamento della sede ARPAL di Savona” dai Consiglieri Caviglione e Garassino.
Tale atto è indirizzato alla giunta nella persona dell’Assessore Sandiago Vacca al quale viene chiesto di farsi carico di attivarsi presso la Regione per far rivedere le decisioni prese in merito alla questione.
Non dimentichiamo le medesime considerazioni fatte del Consiliere regionale Maurizio Torterolo sempre sullo stesso argomento.
Bene, siamo tutti in attesa di risposte e diverse importanti decisioni da parte della Regione.
Riteniamo comunque importante una sede a Savona quanto un presidio in Valbormida.

Il Meetup

Annunci

Pubblicato il 10 luglio 2014 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: