La tassa sui cellulari: fino a 4 euro su smartphone, tablet, memory card e dvd


Franceschini firma il decreto ministeriale che ritocca le tariffe dell’equo compenso per la copia privata: 4 euro per gli smartphone e i tablet con capacità di 16 Gb; 20 centesimi per i Dvd vergini

Equo compenso per la “copia privata”: il ministro della Cultura, Dario Franceschini, firma il decreto di quella che viene definita la “tassa sul cellulare“. Si tratta, in effetti dell’aggiornamento delle tariffe dell’equo compenso per copia privata. Ovvero quel contributoche i produttori di dispositivi tecnologici dovranno corrispondere alla Siae, la Società italiana autori editori, ovvero agli autori e agli artisti, per la concessione della riproduzione a uso personale di opere musicali e audiovisive scaricate da internet. Ciò, a titolo di indennizzo forfettario sui nuovi prodotti. Il decreto, dichiara in unan nota il Mibact, “corrisponde alle tante sollecitazioni del mondo della cultura. Solo un mese fa, oltre 4.000 autori avevano chiesto al governo di intervenire a tutela del diritto alla creatività e di monitorare i riflessi della costante e rapida evoluzione tecnologica nel mondo dell’arte”.

Le nuove tariffe dell’equo compenso per copia privata

Le nuove tariffe dell’equo compenso per copia privata decise dal decreto firmato oggi dal ministro Franceschini, sono le seguenti: 4 euro per gli smartphone con capacità di 16 Gb; 4 euro i tablet, sempre con 16 Gb di memoria ; 0,36 euro per le memory card con 4 Gb di capacità; 0,20 euro per i dvd. “Non è stata introdotta alcuna nuova tassa ma ci si limita a rimodulare e aggiornare le tariffe – ha spiegato Franceschini -. Per altro, come è noto, in larga parte smartphone e tablet sono venduti prezzo fisso”. “Con questo intervento – continua il ministro – si garantisce il diritto degli autori e degli artisti alla giusta remunerazione delle loro attività creative senza gravare sui consumatori”.

Esiste la copia privata all’estero?

Il balzello della copia privata esiste anche all’estero. Per gli smartphone in Francia sono 8 euro e in Germania 36 euro; per i tablet in Francia sono 8 euro e 40 centesimi e in Germania 15,18 euro; sulle memory card in Francia sono 0,32 euro e in Germania 0,91 cent e infine, per i dvd in Francia l’equo compenso è fissato in 90 centesimi d’euro.

Annunci

Pubblicato il 21 giugno 2014 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: